Ultime notizie
Ti trovi qui: Home » The Filmgoer: il Cinema secondo Proxonox » 2014 – 13 Sins

2014 – 13 Sins

You don’t play the game. It plays you.

Se vi siete mai chiesti …e sono sicuro che lo abbiate fatto infinite volte… fino a che punto sareste disposti a spingervi “in là” per denaro, bè dovete vedervi stò filmetto.

Gnànca-omo-se-… è fin troppo facile provocare un frustrato.

Ancora una volta ci troviamo di fronte a una vita, con tutti i suoi valori e sentimenti, che diventa il passatempo di qualcun altro; abbiamo uno sfigato qualsiasi, un me-o-te qualunque, che volente si fa marionetta e si lascia manovrare da quei fili che controllano la quotidianità: i bisogni.

Un thriller decente, finalmente un’idea non-nuova riproposta in modo semplice e accattivante. La spirale discendente che il protagonista segue a rotta di collo per ottenere i tanto agognati soldi promessi ti coinvolge il giusto.

Scritto bene, una colonna sonora dignitosa e un cast (anche conosciuto) che si impegna abbastanza, permettono a un regista non esperto, ma ferrato nel thrilling, di confezionare un lavoro che sostiene il climax abbastanza a lungo da intrigarti. La cosa che mi è piaciuta di più sono le tempistiche, è davvero bilanciato: la trama si svolge costantemente lungo tutta l’ora e mezza, mai troppo lenta ma mai esageratamente veloce.

Complimenti per l’uso del plot twist come strumento narrativo: ce ne sono diversi, e sono tutti azzeccati (anche se tutti anticipabili…ma davvero di poco). Il finale stesso è dato da un non-accadimento che ti fa trattenere il fiato fino all’ultimo secondo.

Divertente.

Scroll To Top